News

13.09.2018
PAPA FRANCESCO A PALERMO: LA VISITA ALLA “MISSIONE DI SPERANZA E CARITÀ”

Papa Francesco sarà a Palermo il 15 settembre e, per l'occasione, visiterà la “Missione di Speranza e Carità” consumando un pasto nel refettorio insieme alle persone che lì vengono accolte. La “Missione di Speranza e Carità”, costituita nel 1991 dal missionario laico Biagio Conte sotto i portici della Stazione Centrale, assiste e accoglie a Palermo mediamente 900 persone grazie alla rete di 400 volontari. Elettrici Senza Frontiere Italia ha voluto dare il proprio contributo alla Missione collaborando fattivamente e tecnicamente alla realizzazione di un nuovo impianto solare fotovoltaico da 60 kwp da installare su diverse falde dei tetti del complesso. I 90.000 kWh di energia prodotta verranno utilizzati per le attività della cucina, del forno, della lavanderia e dei laboratori artigianali. Un importante supporto, dati gli alti costi della fornitura energetica, che incidevano in maniera importante sulla gestione delle attività.
La Missione rappresenta un punto di riferimento per l'intero capoluogo siciliano in quanto è orientata a ridare dignità a coloro che si sono trovati ai margini della società. Tramite i tanti volontari prestati da artigiani e liberi professionisti, viene data la possibilità di apprendere un mestiere, offrendo quindi nuovi strumenti per poter rintegrarsi nella società. Vengono svolti infatti laboratori per diventare falegname, fabbro ferraio e saldatore, calzolaio, tipografo, muratore, cuoco, sarto, panettiere ma anche ceramista, pittore e scultore.
Tre sono le comunità presenti all'interno: la “Missione di Speranza e Carità” che accoglie 130 uomini che vivevano per strada, “l'Accoglienza Femminile” che accoglie 120 donne tra cui mamme con i bambini e la “Cittadella del Povero e della Speranza” aperta ai 700 profughi provenienti dall'Africa e dell'Asia.
Un'altra importante iniziativa è “la Missione Notturna”, un incontro serale con le persone senza fissa dimora che vivono per strada, in cui i volontari danno loro conforto e portano cibo e beni di prima necessità. All'interno della Missione è presente anche una mensa che può fornire 1200 pasti al giorno e un laboratorio dentistico dove accedono tutti i poveri, sia della missione sia esterni, che non possono permettersi le cure.
Quella del 15 settembre sarà un'importante occasione per riflettere sulle emergenze sociali, per individuare e condividere risorse, per creare nuove opportunità di sviluppo e pianificare strategie di intervento e progetti integrati e partecipati. Principi largamente condivisi da Elettrici Senza Frontiere Italia che sta predisponendo, per la realizzazione dell'impianto, un piano operativo di esecuzione con il reperimento dei componenti principali e i materiali necessari per la realizzazione del progetto, operando attraverso richieste di donazioni a fornitori qualificati nonché a Soggetti e Enti e privati cittadini.