News

13.07.2018
DICONO DI NOI … IN OCCASIONE DELL’ASSEMBLEA ANNUALE 2018 DI “RES4MED&AFRICA”

Elettrici Senza Frontiere (ESFI) ha annunciato che fornirà supporto tecnico a Medici con l'Africa – CUAMM presso un ospedale sito a Chiulo, in Angola. I sopralluoghi sono già stati effettuati ed è previsto che il progetto venga portato a termine entro i prossimi mesi.
Elettrici Senza Frontiere è un'organizzazione no-profit, che nasce nel 2015 da una collaborazione con ESF Francia, che opera da decenni nel mondo con lo scopo di migliorare le condizioni di vita nelle aree disagiate del mondo e di fornire accesso alla energia elettrica a chi ne è sprovvisto.
ESFI è anche associato a RES4MED&Africa.
L'associazione opera attivamente nel Mediterraneo meridionale e in Africa Sub-Sahariana, collaborando con il settore pubblico, privato e accademico, e con altre organizzazioni non governative locali e internazionali. RES4MED&Africa promuove le rinnovabili nella zona attraverso la creazione di opportunità di dialogo multisettoriale, lo sviluppo di studi e progetti tecnici, e l'organizzazione di programmi di training e formazione per tutti gli stakeholders coinvolti.
In questo progetto ESFI ha il compito di creare una nuova rete elettrica stabile per l'ospedale di Chiulo, attraverso la costruzione di una mini-grid fotovoltaica con accumulo annesso. L'ospedale è un servizio vitale per quell'area, con un bacino di utenza di circa 300.000 persone e un servizio di Pronto Soccorso attivo 24/7. Nel 2016 si sono contate nell'ospedale circa 20.000 visite ambulatoriali, più di 17.500 vaccinazioni, quasi 5.000 visite prenatali e più di 1.500 nascite.
CUAMM è stato presente nell'ospedale, fondato nel 2000 dal governo Angolano e appartenente alla parrocchia di Ondjva, ed è coinvolto in particolare nei progetti con lo scopo di ridurre la mortalità infantile e durante la maternità. Purtroppo però la struttura non è fornita di una rete elettrica stabile e sicura, e si basa attualmente sulla fornitura di un groppo elettrogeno con gravi problemi di affidabilità e disponibilità di fornitura di energia elettrica. Tale problematica rappresenta, specialmente per le sale operatorie, un grave problema.
Per questo motivo ESFI ha deciso di dare il suo supporto inviando due tecnici altamente qualificati che, dopo un'ispezione avvenuta nel mese di febbraio, hanno redatto un piano di intervento che prevedrà la fornitura all'ospedale di energia elettrica stabile e continua. Questo avverrà attraverso il rifacimento totale delle strutture esistenti, l'istallazione di pannelli solari a terra e di sistemi di accumulo alimentati a batteria.
In questo modo l'ospedale potrà garantire un servizio più efficiente e sicuro, migliorando le vite dei propri pazienti e alzando la qualità della loro vita, con particolare attenzione alle donne partorienti.

Il progetto è stato presentato, in occasione dell'evento “Enel Green Power Cascade” a Roma il 17 aprile, dal Presidente di Elettrici Senza Frontiere, Felice Egidi, che ha illustrato il lavoro dell'associazione in molti paesi del globo e nei vari continenti, sottolineando l'importanza del volontariato nel settore privato e il ruolo cruciale della cooperazione per la sostenibilità. Durante l'evento è intervenuto anche Nino Cirrincione, collaboratore di RES4Africa e volontario di ESFI, che ha detto: “I Gigawatt sono solo numeri, l'importanza di qualsiasi azione e intervento è data dalle persone: le persone di ESFI e il lavoro di cooperazione che fanno, rendono in tal modo la sostenibilità un concetto molto più concreto.”

Ringraziamo RES4MED&Africa. L'articolo originale lo trovate al link
https://www.res4africa.org/2018/05/28/elettrici-senza-frontiere-will-provide-stable-electricity-to-an-angolan-hospital/